In Practice – Lo stato dell’architettura di qualità in Europa

Selezionare 37 Studi, uno per Paese, che stanno cercando di superare il controverso fenomeno delle Archi Star, per rappresentare lo stato dell’architettura di qualità in Europa. E’ questo l’obiettivo di questa ricerca messa a punto dell’AIAC – Associazione Italiana di Architettura e Critica – insieme alla rivista A10 new European architecture, e con il supporto di Gnosis Architettura.
La ricerca è stata divisa in due fasi. La prima ha avuto inizio a ottobre 2015 con la collaborazione tra 37 advisor del network di A10 e dell’AIAC, e 7 editor della piattaforma web PresS/TInternational. Gli Advisor, esperti delle rispettive realtà nazionali, hanno selezionato dalle 3 alle 4 practice per ogni Paese, per un totale di oltre 100 Studi. Per ognuno di questi, i 7 editor di PresS/TInternational hanno individuato un’opera rappresentativa della loro poetica progettuale.
In questa prima fase gli Studi sono stati selezionati secondo criteri specifici: un minimo 10-20 anni di attività nel settore con 2-3 edifici con un eco internazionale, all’interno o all’esterno del Paese di origine. Inoltre operano al di fuori dell’elite dello Star System e grazie alla loro esperienza, alla ricerca e al contributo che danno nelle sfide di oggi, come la sostenibilità, l’innovazione dei materiali e l’architettura autofinanziata, essi rappresentano una fonte di ispirazione per gli Studi più giovani. Infine, sperimentano nuove modalità di progettazione, orizzontale e collaborative.
Durante la seconda fase una giuria ha ristretto la selezione: tra gli oltre 100 Studi, ne ha individuato uno come miglior rappresentante di ogni Paese. I membri della giuria sono: Indira van ‘t Klooster (direttrice A10 new European architecture), Luigi Prestinenza Puglisi (presidente AIAC), Zaira Magliozzi (coordinatrice progetto IN practice) e Saskia van Stein (direttrice Bureau Europa). I risultati della selezione effettuata dalla giuria sono pubblicati all’interno del volume IN practice, che raccoglie immagini, riflessioni e testi critici: un mosaico variegato e complesso, specchio dello stato dell’architettura di qualità in Europa.

Location

La mostra è stata allestita dal 24 febbraio al’8 marzo presso la sede di aniai_Campania nella chiesa di Santa Maria del Rosario a Portamedina

In Practice - Aniai Campania In Practice - Aniai Campania

ph by https://www.facebook.com/superficialstudio

Maggiori Info

Sfoglia il Booklet

Scopri la mostra virtuale

 

A selection of 37 practices, one per country, representing the state of committed architecture in Europe operating to go beyond the controversial phenomenon of the so-called “starchitect” elite. This is the main goal of this research, a collaborative effort between AIAC – Italian Association for Architecture and Criticism – and A10 new European architecture, promoted and supported by Gnosis Architettura. It is a tool for investigating the innovative architectural practices that are cleverly (re) shaping the world and designing interesting and ground- breaking solutions to the issues faced by architecture today.
This research is divided in two phases. The first was launched in October 2015, thanks to the collaboration between 37 advisors, comprised of correspondents from A10 new European architecture and the AIAC network, and 7 editors from the PresS/Tinternational platform. Each advisor, an expert in the architecture of his or her own country, selected 3 to 4 practices: a total of 100 for all of Europe. For each practice the 7 editors selected one project that best represents the design philosophy of each office.
In this first phase the architecture practices were selected based on specific criteria: a minimum of 10-20 years of activity in the field with 2-3 buildings with an international echo, within or outside their respective countries. Moreover they must operate outside of the “starchitect” elite and their experience, research and intelligent contributions – to such contemporary challenges as sustainability, the innovation of materials and self-financed architecture – represents a source of inspiration for younger firms. Lastly, they experiment with new horizontal and collaborative design methods.
During the second phase a jury narrowed the selection of over 100 practices down to one representative office per country. The jury members are: Indira van’t Klooster (editor-in-chief of A10 new European architecture), Luigi Prestinenza Puglisi (president of AIAC), Zaira Magliozzi (IN practice project coordinator) and Saskia van Stein (director of Bureau Europa). The results of the jury’s selection are published in this volume alongside images, reflections and critical essays that together illustrate the varied and complex mosaic of the state of committed architecture in Europe.

 

Read More

Read Booklet

Virtual Exhibit